Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Servizi Notarili

 

Servizi Notarili

Servizi Notarili

 

Le funzioni consolari in materia notarile possono essere esercitate esclusivamente nei confronti dei cittadini italiani e non più anche dei non cittadini, come era invece previsto dalla precedente normativa ( art. 28. 1. comma del D.lgs. n. 71/2011 “Ordinamento e funzioni degli uffici consolari”, entrato in vigore il 28 maggio 2011

Per informazioni consultate il Portale dei Servizi Consolari del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale nella sezione "Atti Notarili"

Prima di prenotare un appuntamento è consigliabile prendere visione dei vari tipi di atti / procure che è possibile predisporre in Consolato. Per approfondimenti si suggerisce di consultare il sito suindicato.

E' sempre consigliabile farsi inviare il testo della procura dal notaio che sta svolgendo la pratica in Italia, possibilmente in formato elettronico così da poterlo eventualmente modificare e/o integrare con le informazioni del funzionario consolare o notary public di fronte al quale l'atto verrà firmato.

- ATTIVITA" NOTARILE IN FAVORE DEI CITTADINI PACHISTANI

Il Consolato d'Italia a Karachi non puo' autenticare firme o rilasciare procure o deleghe in favore dei cittadini pachistani valide per l'Italia.

Pertanto il cittadino pachistano che intenda far autenticare la propria firma su una dichiarazione "Statutory declaraion", una delega o una procura valida per l'Italia dovra':

1) redigere apposita "statutory declaration", delega o procura destinata all'Italia, in lingua inglese - o in lingua urdu qualora non conosca la lingua inglese - alla presenza di un Public Notary pachistano;

2) successivamente egli dovra' far legalizzare la firma del Public Notary presso il MOFA - Ministry of Foreign Affairs - Camp Office di Karachi e farla tradurre in lingua italiana da uno dei traduttori autorizzati. Nel caso di un atto redatta in lingua urdu la traduzione dovra' essere doppoia: dall'urdu all'inglese e dall'inglese all'italiano;

3) consegnare al Consolato d'Italia a Karachi l'atto firmato dal notaio pachistano, legalizzato dal MOFA e tradotto in lingua italiana. Il Consolato provvedera', a quel punto, alle legalizzazioni di rito e la "Statury declaration", delega o procura potra' essere tlizzata in italia.

I traduttori accreditati presso il Consolato d'Italia a Karachi sono i Signori:

Mr. Farhan Siddiqui
Cell: 0300 2661105

Mr. Aslam Pervez
Cell: 0300 9276562

Prof. Hussain
Cell: 0300 9231517


Autore:

Giulio Iazeolla

25